Usa e Ue decidono di collaborare su forniture chip, regole tech, commercio Cina Da Reuters

da Redazione



© Reuters.

PITTSBURGH/WASHINGTON (Reuters) – Gli Stati Uniti e l’Unione europea hanno deciso ieri di approfondire la cooperazione transatlantica per rafforzare le catene di approvvigionamento dei semiconduttori, contrastare le pratiche commerciali “non di mercato” della Cina e adottare un approccio più unificato per regolamentare le grandi aziende tecnologiche globali.

All’inaugurazione di un nuovo forum che prende il nome Trade and Technology Council (Ttc) Usa-Ue, funzionari governativi dei due continenti si sono anche impegnati a collaborare per vagliare gli investimenti sul controllo delle esportazioni nel caso di tecnologie sensibili a duplice uso e per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale.

La nota non nomina la Cina, ma recita: “Restiamo uniti nel tentativo di continuare a proteggere le nostre attività, i consumatori e i lavoratori da pratiche commerciali scorrette, in particolare da quelle imposte da economie non di mercato, che minacciano il sistema degli scambi globale”.

L’amministrazione Biden ha mantenuto i dazi imposti dall’ex presidente Donald Trump, ma ha cercato di differenziarsi collaborando maggiormente con gli alleati nell’approccio alla Cina.

Gli incontri sono stati condotti dal segretario di Stato Usa Antony Blinken, dalla segretaria al Commercio degli Stati Uniti Gina Raimondo, la rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai, dal commissario europeo per il Commercio Valdis Dombrovskis e dalla commissaria europea per la Concorrenza Margrethe Vestager.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento