Tod’s, vendite sem1 salgono quasi 60%, ancora sotto livelli pre-Covid Da Reuters

da Redazione



© Reuters. Il logo di Tod’s è visto in un negozio nel centro di Roma, Italia, 10 febbraio 2016. REUTERS/Tony Gentile/File Photo

MILANO (Reuters) – Le vendite di Tod’s (MI:) sono cresciute quasi del 60% nella prima metà dell’anno grazie a un’accelerazione nel secondo trimestre, anche se a tassi di cambio costanti sono ancora dell’11% al di sotto dei livelli pre-coronavirus del 2019.

La perdita a livello di Ebit si è ridotta a 2,7 milioni di euro nei primi sei mesi dell’anno dal rosso di 94,1 milioni di un anno fa, si legge in una nota.

“Ritengo che l’incremento dei volumi e della qualità dei ricavi, insieme all’attento controllo dei costi di struttura, ci consentiranno di ottenere un progressivo miglioramento dei margini”, dice nella nota il presidente e principale azionista Diego Della Valle.

I ricavi del gruppo del lusso sono aumentati a 398 milioni di euro nel primo semestre, leggermente al di sopra delle previsioni degli analisti di 389 milioni di euro secondo un consensus Refinitiv.

(Claudia Cristoferi)

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento