Super Green Pass, tutte le regole per il Natale 2021

da Redazione


(Teleborsa) – Scongiurato, per ora, il lockdown anche il Natale 2021 sarà soggetto ad alcune restrizioni. La parola d’ordine sarà “sicurezza”, per tale ragione il ‘Super Green Pass’ sarà necessario per avere libertà di accesso alla maggior parte dei luoghi. Per i 46 milioni di italiani che hanno fatto già le due dosi del vaccino o che sono guariti dal Covid, dunque, il periodo delle festività si preannuncia, tuttavia, più sereno rispetto allo scorso anno.

Il Viminale con la circolare 2 dicembre 2021 sulle “Misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali” ha annunciato un potenziamento dei controlli in vista del Natale. Osservati speciali saranno in particolare gli esercizi pubblici e i ristoranti dove l’attività di controllo della Polizia municipale si concentrerà su possesso di Super Green Pass e corretto utilizzo delle mascherine all’interno dei locali. “L’intensificazione dei servizi – sottolinea il ministero dell’Interno – andrà dunque particolarmente curata nelle aree urbane con maggiore concentrazione di esercizi commerciali e in quelle caratterizzate dal fenomeno della movida”. Annunciati nella circolare “servizi di controllo collegati alle festività natalizie e di fine anno”.

DOVE SI PUÒ ACCEDERE CON IL TAMPONE – Per partecipare a cerimonie religiose e feste matrimoniali sarà sufficiente il Green pass “base” ottenibile con test antigenico o molecolare.

TRASPORTI PUBBLICI – Nessun obbligo di certificazione verde per chi si sposta in macchina da una regione all’altra. Se nella vettura viaggiano insieme persone non conviventi è necessario che nella parte anteriore della vettura si presente solo il guidatore e vi è il limite di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina. Anche perché per spostarsi in treno, pullman, nave, traghetto, aereo o autobus di linea, nelle zone bianche e gialle (attualmente Friuli Venezia Giulia e Alto Adige dal 6 dicembre), continuerà a essere sufficiente un tampone (antigenico o molecolare) negativo.

REGOLE RAFFORZATE NELLE ZONE ARANCIONI – Maggiori limitazioni agli spostamenti sono, invece, previste per le zone arancioni dove gli spostamenti fuori dal Comune di residenza – esclusi i casi di lavoro, necessità, urgenza – sono consentiti solo ai possessori di Super Green pass, dunque vaccinati con due/tre dosi o guariti. Al momento l’unica Regione a rischio di passaggio in arancione entro dicembre è il Friuli Venezia Giulia, che registra le percentuali più alta dei ricoveri in terapia intensiva (14%) e nei reparti ordinari (23%).





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento