Senza direzione i mercati europei. Attesa per la FED

da Redazione


(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee. Anche la borsa di Milano si allinea alla cautela che regna in Europa, e scambia sulla linea di parità. I riflettori sono puntati sulle decisioni della Federal Reserve, che oggi concluderà il proprio meeting di politica monetaria, e sulle parole di Jerome Powell nella conferenza di questa sera. Il mercato dà per scontato l’inizio del tapering.

Sul fronte macroeconomico, l’Istat ha segnalato un aumento dell’occupazione a settembre (+0,3%, pari a +59 mila unità) e l’Eurostat un calo del tasso di disoccupazione nell’area euro nello stesso mese. Borsa Italiana ha dato oggi il benvenuto a una nuova matricola: Medica ha subito registrato un ottimo rialzo nella prima parte di seduta.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,04%. Prevale la cautela sull’oro, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,31%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) crolla dell’1,85%, scendendo fino a 82,36 dollari per barile.

Scende lo spread, attestandosi a +121 punti base, con un calo di 2 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento dello 0,98%.

Tra i listini europei nulla di fatto per Francoforte, che passa di mano sulla parità, giornata fiacca per Londra, che segna un calo dello 0,28%, e incolore Parigi, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 27.232 punti; sulla stessa linea, incolore il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 29.865 punti, sui livelli della vigilia.

Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,27%); sulla stessa tendenza, sale il FTSE Italia Star (+0,76%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, incandescente Ferrari, che vanta un incisivo incremento del 3,99%.

In primo piano Exor, che mostra un forte aumento del 2,43%.

Si muove in territorio positivo Leonardo, mostrando un incremento dell’1,77%.

Denaro su Interpump, che registra un rialzo dell’1,46%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Prysmian, che continua la seduta con -1,38%.

Sotto pressione ENI, che accusa un calo dell’1,34%.

Scivola BPER, con un netto svantaggio dell’1,25%.

In rosso Tenaris, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,20%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Tinexta (+3,19%), Mutuionline (+2,50%), Sesa (+2,28%) e Reply (+1,95%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Salcef Group, che continua la seduta con -1,48%.

Spicca la prestazione negativa di Tod’s, che scende dell’1,27%.

Carel Industries scende dell’1,17%.

Calo deciso per Mediaset, che segna un -1,13%.





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento