Lvmh, ricavi trim1 tornano a crescere grazie a balzo vendite Louis Vuitton e Dior Da Reuters

da Redazione



© Reuters.

PARIGI (Reuters) – Il balzo delle vendite di Louis Vuitton e Dior ha aiutato il gigante francese del lusso Lvmh a mettere a segno una partenza molto solida nel 2021, con i ricavi complessivi che sono tornati a crescere nel primo trimestre malgrado i nuovi lockdown in buona parte d’Europa.

Le vendite omogenee, che eliminano l’effetto dei cambi e l’acquisizione di Tiffany, sono cresciute del 30% nei primi tre mesi dell’anno a 14 miliardi di euro.

La cifra è quasi il doppio del 17% previsto da un consensus di analisti citato da Ubs. Confrontate con i livelli pre-pandemia e il primo trimestre del 2019, le vendite omogenee sono salite dell’8%.

I ricavi erano calati del 16% lo scorso anno a causa della chiusura dei negozi e del congelamento del turismo internazionale dovuto alla pandemia. I clienti del lusso tuttavia hanno cominciato ad acquistare più di frequente online e in alcuni mercati chiave come quello cinese i negozi sono aperti dalla primavera scorsa, portando ad una rapida ripresa.

La divisione moda e pelletteria, che realizza quasi metà dei ricavi di Lvmh, ha registrato un incremento del 52% nelle vendite omogenee, anche in questo caso molto al di sopra delle previsioni degli analisti di una crescita del 27%.

La divisione orologi e gioielleria ha visto crescere le vendite del 138%, includendo acquisizioni e gli effetti del tasso di cambio, beneficiando del consolidamento di Tiffany. Lvmh ha completato l’acquisizione da 15,8 miliardi di dollari dello storico marchio a inizio gennaio dopo un’aspra battaglia legale.

(Tradotto da Luca Fratangelo a Danzica, in Redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento