FTC e 46 stati USA fanno causa a Facebook Da Benzinga Italia

da Redazione



FTC e 46 stati USA fanno causa a Facebook

Facebook Inc (:NASDAQ:) potrebbe dover rinunciare ai suo fiori all’occhiello, WhatsApp e Instagram, dopo che la Federal Trade Commission (FTC) e quasi tutti gli stati USA hanno citato in giudizio il colosso social con l’accusa di soffocare la concorrenza, secondo quanto riportato da Reuters.

Cosa è successo: nei due procedimenti giudiziari, si accusa la società guidata da Mark Zuckerberg di aver comprato aziende concorrenti, in particolare Instagram per 1 miliardo di dollari nel 2012 e WhatsApp per 19 miliardi nel 2014, secondo Reuters.

Da quanto emerge, i pubblici ministeri federali e statali starebbero chiedendo che queste acquisizioni, approvate in precedenza dalla FTC, vengano annullate.

“Per quasi un decennio, Facebook ha usato il suo dominio e il suo potere di monopolio per schiacciare i rivali più piccoli, soffocare la concorrenza, il tutto a spese degli utenti abituali”, ha detto il procuratore generale di New York Letitia James.

Perché è importante: una coalizione di 46 stati USA, insieme a Washington D.C. e Guam, sta prendendo parte all’azione legale contro il gigante social con sede a Menlo Park (California), ha osservato Reuters.

Alabama, Georgia e South Dakota non figurano tra gli stati che partecipano alla causa. C’è un ampio consenso bipartisan sullo scioglimento dei colossi tech come Facebook e Alphabet Inc (NASDAQ:NASDAQ:) (NASDAQ:GOOG), società madre di Google.

Guarda anche: Chiusa inchiesta antitrust su Amazon (NASDAQ:), Facebook, Apple (NASDAQ:), Google

Ad ottobre, il Dipartimento di Giustizia USA ha presentato istanza contro Alphabet, sostenendo che l’azienda pone in essere pratiche anticoncorrenziali.

Movimento dei prezzi: mercoledì le azioni Facebook hanno chiuso in ribasso di quasi l’1,9%, a 277,92 dollari e nell’after-market sono poi scese di quasi lo 0,3%.

Leggi l’articolo anche in Benzinga Italia

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento