Borsa Usa, Wall Street in rialzo, nonostante aumento inflazione Da Reuters

da Redazione



© Reuters. La facciata anteriore della Borsa di New York, a New York, Usa, il 12 febbraio 2021. REUTERS / Brendan McDermid

(Reuters) – Wall Street è in rialzo, con gli investitori che hanno ignorato i dati che mostrano un balzo dell’inflazione, anche se i recenti timori di un picco dei prezzi hanno frenato l’ che si avvia a registrare il più piccolo guadagno mensile da febbraio.

Intorno alle 16,40 italiane, il avanza di 99,15 punti, o dello 0,29%, a 34.563,79 e l’S&P 500 guadagna 9,02 punti, o lo 0,22%, a 4.210,03. Il avanza di 53,47 punti, o dello 0,39%, a 13.790,08.

I prezzi al consumo – in base all’indice delle spese di consumo personale (Pce) ed escludendo le volatili componenti dei prodotti alimentari e dell’energia – sono aumentati dello 0,7% ad aprile, dopo un balzo dello 0,4% a marzo. Gli economisti intervistati da Reuters avevano stimato un incremento dello 0,6%.

Su base annua, il cosiddetto indice Pce ‘core’ è balzato del 3,1%, superando il target del 2% della Federal Reserve e riflettendo l’aumento della domanda con la riapertura dell’economia.

Il settore tech stimola l’indice S&P 500, con SALESFORCE.COM che avanza del 6,1% dopo aver aumentato le stime annuali per i ricavi e gli utili, grazie all’aumento della domanda per i software basati sul cloud durante la pandemia.

Asset considerati sicuri, come il dollaro e fondi sull’oro hanno attirato l’attenzione degli investitori nella settimana fino a mercoledì, secondo le statistiche di flusso dei fondi di Bank of America (NYSE:).

La Casa Bianca presenterà oggi il bilancio di Joe Biden con investimenti da migliaia di miliardi di dollari per le infrastrutture, l’istruzione e altre iniziative, ma il piano probabilmente non convincerà i Repubblicani, che invece intendono contenere le spese del governo Usa.

Dell Technologies e Hp hanno riportato ricavi trimestrali oltre le attese di Wall Street, anche se i titoli cedono rispettivamente il 2% e il 9,2%, dopo aver segnalato che la protratta carenza di chip semiconduttori potrebbe influenzare la loro capacità di rispondere quest’anno alla domanda per laptop.

Boeing (NYSE:) perde l’1,8% su indiscrezioni di una sospensione delle consegne dei velivoli 787 Dreamliners, che sarebbe un ulteriore rinvio dopo la recente sospensione di cinque mesi in seguito a disagi di produzione.

Amc entertainment balza del 18,5% e guida i rialzi delle cosiddette azioni “meme” sulla scia di scommesse legate ai social media, che hanno aiutato a raddoppiare il valore del titolo questa settimana.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento