Borsa Usa, S&P 500 gira in negativo dopo buona reazione a solidi dati occupazione Da Reuters

da Redazione



© Reuters. Il cartello stradale di Wall Street davanti alla borsa di New York

(Reuters) – L’ gira in negativo in una sessione volatile dopo una buona reazione innescata da dati oltre le aspettative sulla crescita mensile dell’occupazione, che alimentano le scommesse sulla ripresa economica grazie anche allo stimolo fiscale e alle vaccinazioni.

Intorno alle 16,40 italiane, il guadagna 106,00 punti, o lo 0,34%, a 31.030,14 e l’S&P 500 cede 10,31 punti, o lo 0,27%, a 3.756,78.

L’indice cede 182,22 punti, o l’1,46%, a 12.534,75, zavorrato dal calo dell’8% del titolo Tesla (NASDAQ:).

Gli occupati non agricoli sono aumentati di 379.000 unità a febbraio, dopo un incremento di 166.000 unità a gennaio. Gli economisti intervistati da Reuters avevano stimato un incremento di 182.000 posti di lavoro.

Dopo la pubblicazione dei dati, i rendimenti dei Treasury Usa a 10 anni hanno raggiunto nuovi massimi di un anno all’1,626%. Il settore bancario è avanzato dell’1,6% sulle aspettative di un migliore outlook economico.

Tutti i settori dell’S&P 500 avanzano, in particolare il settore energetico e il finanziario.

“Ciò mostra che la ripresa è in corso, più rapidamente del previsto”, ha detto Tim (MI:) Ghriskey di Inverness Counsel a New York.

“L’opinione comune è che lo stimolo è necessario per avviare l’economia e per rafforzare la ripresa”, ha aggiunto.

Un Senato fortemente diviso inizierà oggi il controverso dibattito sul disegno di legge da 1.900 miliardi di dollari, il primo importante atto legislativo del presidente Joe Biden.

Jerome Powell, presidente della Federal Reserve, ha fornito ieri un outlook ottimista per il mercato del lavoro, ma ha segnalato che un ritorno alla piena occupazione quest’anno è “altamente improbabile”.

Le dichiarazioni di Powell hanno deluso molti investitori che prevedevano mosse per contenere il recente balzo dei rendimenti dei Treasury Usa a 10 anni, che sta spingendo il Nasdaq in ribasso per la terza settimana consecutiva.

CostCo Wholesale cede il 2,4% dopo aver riportato utili inferiori alle stime per il secondo trimestre.

Norwegian Cruise Line Holdings scivola del 14,7% dopo il collocamento di azioni del valore di 1,6 miliardi di dollari.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento