Biden e Fed spingono Wall Street, agosto inizia con il piede giusto Da Investing.com

da Redazione



© Reuters.

Di Alessandro Albano 

Investing.com – Wall Street apre il mese di agosto in positivo, spinta dall’accordo sul piano Biden e dai commenti dovish di alcuni policy-maker della Fed, dopo aver chiuso il sesto mese consecutivo in rialzo. 

Al momento, il è in rialzo dello 0,6% a 35.140, poco distante dai massimi storici, lo  guadagna lo 0,4% a circa 40 punti dai record, mentre il segna il +0,3% a 14.700.

Nel mese precedente, L’S&P ha registrato la migliore serie di rialzi mensili dal 2018 portando a casa il 2,3%, mentre il tecnologico Nasdaq e l’industriale Dow Jones hanno raccolto rispettivamente l’1,2% e l’1,3%. 

Con un sentiment di rischio osservato sui mercati internazionali, ad aiutare gli acquisti ci ha pensato l’accordo trovato dal Senato Usa sul piano infrastrutturale da $1 trilione caro al presidente Biden,con il Senato che potrebbero votare la proposta già questa settimana. 

Se il testo passerà al Senato, dovrà essere esaminato dalla Camera, dove alcuni dem l’hanno giudicato troppo modesto e la leadership democratica lo ha abbinato a un disegno di legge da 3.500 miliardi per le infrastrutture cosiddette umane, cioè istruzione, assistenza all’infanzia, cambiamento climatico e altre.

Inoltre, durante il weekend, due importanti funzionari Fed hanno ripetuto che il mercato del lavoro deve migliorare ulteriormente prima che la banca centrale possa ridurre gli acquisti obbligazionari, nonostante gli ultimi dati sul abbiano mostrato un aumento dell’indice a giugno del +3,5%.

Lael Brainard, presidente della Fed di St.Louis, e Neel Kashkari, governatore a Minneapolis, hanno entrambi avvertito di potenziali venti contrari dovuti alla diffusione della variante delta negli Stati Uniti, che domenica hanno riportato 122.000 nuovi casi, il numero più alto da febbraio.

Nonostante l’incognita variante Delta, la banca d’affari UBS ritiene che “la tendenza alla riapertura e alla ripresa sia sulla buona strada” con “continui rialzi per l’azionario”. “Prevediamo che l’S&P 500 salirà a circa 4.650 entro giugno del prossimo anno, rispetto ai 4.395 attuali, ma vediamo il maggior rialzo per i settori ciclici come energia, finanziari e siamo positivi anche sulle equities giapponesi”, ha affermato in una nota lo chief investment officer Mark Haefele. 

 

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento