Banche costrette a pagare di più per accaparrarsi talenti per forte competizione Da Reuters

da Redazione



© Reuters.

(Reuters) – Le banche si stanno facendo una concorrenza spietata per assumere e sono costrette a pagare di più per reclutare e tenersi stretti i candidati più talentuosi, come affermano Citigroup (NYSE:) e JPMorgan Chase & Co (NYSE:), che devono garantire stipendi competitivi per i migliori sulla piazza. 

Le banche di tutto il mondo hanno dovuto introdurre stipendi e bonus più alti per attirare e tenersi stretti i soggetti più talentuosi mentre l’economia è in ripresa e in molti provano a cambiare posizione.  

“Il processo di assunzione è stato molto competitivo in tutto il settore” , ha detto il Cfo di Citigroup, Mark Mason, durante una call con i giornalisti. Il Cfo ha aggiunto che lo stesso si verifica anche per le posizioni junior. 

“Abbiamo percepito una certa pressione in merito allo stipendio da pagare per attirare i talenti”, ha detto Mason. “Quindi sì, succede anche a livelli più bassi, anche per posizioni junior”.  

Lo situazione è la stessa nel caso di analisti o banchieri associati, secondo Mason, che ha parlato di “molta pressione competitiva sui salari”. 

Jeremy Barnum, Cfo di JPMorgan, ha detto durante una call con i giornalisti che l’azienda ha avvertito la medesima pressione.

“È vero che i mercati del lavoro sono sostenuti, che c’è un po’ di inflazione sul lavoro ed è importante per noi attrarre e tenerci stretti i migliori talenti e pagare uno stipendio competitivo per la loro performance”, ha detto Barnum.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.



Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento