Aerospazio, ALA chiude primo semestre in crescita e prosegue diversificazione

da Redazione


(Teleborsa) – ALA, società attiva nel settore dell’aerospazio, quotata sul mercato AIM Italia, ha chiuso il primo semestre 2021 con un deciso aumento degli affari e della redditività. L’azienda partenopea ha riportato una crescita dell’utile ante imposte del 22,3% a 5,2 milioni di euro.

“Sulla scia degli ottimi risultati dell’anno 2020, ALA conferma, anche nel primo semestre del 2021, un trend positivo dei risultati e della redditività del Gruppo, proseguendo la strategia di internazionalizzazione e di diversificazione settoriale”, sottolinea l’Ad Gennaro di Capua.

L’EBITDA ha evidenziato una crescita del 7,8% rispetto al primo semestre 2020, attestandosi a 7,5 milioni, con un EBITDA margin che passa dal 9,8% all’11,3%, frutto di una attenta politica di efficientamento dei costi dell’intero Gruppo. L’EBIT è pari a 6,4 milioni (+12,9%). I ricavi invece si sono attestati a 66,5 milioni, in lieve flessione rispetto allo scorso anno (-6,9%).

La situazione finanziaria netta rileva un decremento pari a circa 4,4 milioni, riconducibile oltre che al rimborso di mutui e finanziamenti, anche alla sostituzione di linee a breve con linee a medio/lungo termine. Al 30 giugno 2021 il livello di patrimonializzazione del gruppo è ulteriormente migliorato, infatti il patrimonio netto consolidato di ALA passa da 33,2 milioni al 31 dicembre 2020 a 34,1 milioni.

La strategia di internazionalizzazione e di crescita per linee esterne, avviata nel 2010, oggi garantisce al Gruppo una presenza operativa nei mercati strategici di Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Israele e, dal 2020, anche Germania. A ciò si aggiunge la diversificazione settoriale dal settore dell’Aerospace ad altri settori quali Oil&gas, navale e ferroviario, le cui prospettive per il futuro appaiono incoraggianti. Nel corso del prossimo semestre 2021 il Gruppo prevede, infatti, l’ampliamento del portafoglio d’offerta, con l’obiettivo di ottenere un mix di ricavi alimentato dalle attività svolte nel segmento del Service Provider, della Distribuzione e da quelle provenienti da nuovi segmenti operativi (Spare parts, Raw Materials, Chemical, Oil&gas, etc.).





Fonte

0 commento
0

You may also like

Lascia un Commento